Ufficio italiano dei cambi (Uic)

stato di ordinamento
Presso la Soprintendenza Archivistica per il Lazio sono consultabili gli elenchi di consistenza e l'inventario topografico.
soggetto conservatore
L'Archivio dell’INCE è stato versato presso l’Archivio centrale dello Stato.

descrizione

L'Ufficio Italiano dei Cambi, UIC, venne costituito, con propria personalità giuridica e gestione autonoma, nel 1945 per succedere al precedente Istituto Nazionale per i Cambi con l’Estero, INCE, già istituito con decreto luogotenenziale dell’11 dicembre 1917 n.1956. L’Ufficio italiano cambi fa parte del sistema funzionale ed operativo della Banca centrale, ed i suoi compiti statutari si sono modificati nel tempo in funzione dell’evoluzione della legislazione italiana in materia valutaria. L’Istituto ha avuto ed ha tra i suoi compiti quello di gestire le riserve valutarie del paese, di operare rilevazioni statistiche ed analisi delle relazioni economiche e finanziarie con l’estero, e di occuparsi della prevenzione del riciclaggio del denaro di origine illegale.

consistenza

L'Archivio storico dell’UIC consiste nella serie dei velinari e nella documentazione proveniente da altri uffici operativi.

bibliografia

Ufficio Italiano dei Cambi, Studi per il Cinquantenario, Laterza Roma-Bari 1995
Ufficio Italiano dei Cambi, Cinquant’anni di storia, Laterza Roma-Bari 1995