Altieri

Descrizione

secc. XI - XXL'antica e nobile famiglia Altieri, che annovera tra i suoi membri - tra il XVII e il XIX secolo - sette cardinali, conobbe il massimo splendore con Emilio (1590-1676): vescovo di Camerino (1627), nunzio a Napoli (1644-1652), consacrato cardinale dal papa Clemente IX nel 1669 ed infine salito al soglio pontificio nel 1670 con il nome di Clemente X. Essendo rimasto l'ultimo maschio della famiglia, si adoperò per impedire l'estinzione del cognome, subordinando il consenso per le nozze tra il marchese Gaspare Paluzzi Albertoni - appartenente ad una famiglia che si era più volte imparentata con gli Altieri - e la propria nipote Laura Caterina nonché la donazione dei propri beni all'adozione del cognome Altieri da parte di detto Gaspare. Dei figli che sarebbero nati dalla coppia, il maggiore dei maschi avrebbe dovuto assumere il cognome e le armi di casa Altieri e, qualora fosse nato un unico figlio maschio, questi avrebbe potuto assumere anche il cognome e le armi dei Paluzzi Albertoni. Fece inoltre numerosi provvedimenti per aggregare agli Altieri i Paluzzi Albertoni, sostituendo il loro cognome col suo e le loro armi con le proprie: Angelo Paluzzi Albertoni - padre di Gaspare - ed il fratello di Angelo - cardinal Paluzzo, nominato cardinal Padrone e Sovrintendente generale dello Stato Pontificio - furono da lui adottati assumendo così il cognome Altieri. Nel 1671 fece passare in proprietà ai nipoti quattro feudi degli Orsini: Oriolo e Viano (col titolo di principato), Monterano (eretto a ducato), Monte Virginio.Tra gli altri personaggi illustri della famiglia ricordiamo Marco Antonio Altieri (1450-1532) che, oltre a ricoprire numerose cariche pubbliche, si segnalò nell'ambiente culturale dell'epoca, frequentando letterati e artisti e scrivendo lui stesso opere, tra cui i Nuptiali - dove sono descritti minutamente i costumi romani dell'epoca ed in particolare i riti e le cerimonie nuziali - e i Baccanali, che raccolgono scritture relative soprattutto alla storia dei suoi tempi.L'archivio, dichiarato di notevole interesse storico il 5.12.1968, è costituito da ca 5000 pezzi appartenenti in gran parte ai secc. XVI - XX, con documenti dal sec. XI: i documenti più antichi sono pergamene relative al monastero di Rambona.Nell'archivio si evidenziano nuclei documentari riferiti ai singoli membri della famiglia: card. Paluzzo (n. 1623, m. 1698); principe Angelo (n. 1624, m. 1706); card. Lorenzo (card. nel 1690); Gaspare (m. 1720); Laura Caterina, moglie di Gaspare; Girolamo, figlio di Gaspare (n. 1676, m. intorno al 1762); Maria Maddalena Borromei, moglie di Girolamo; card. Vincenzo Maria, figlio di Girolamo (n. 1724, m. 1800); mons. Angelo, figlio di Girolamo (n. 1734, m. 1808); Emilio, figlio di Gaspare (n. 1670, m. 1721); Vittoria Altieri Pallavicini, figlia di Emilio (secc. XVIII - XIX, I metà); gran priore Giovanni Battista (secc. XVIII med. - XIX in.); Paluzzo, senatore di Roma (n. 1760, m. 1834); card. Ludovico, figlio di Paluzzo (n. 1805, m. 1867); Emilio (secc. XVIII, II metà - XIX, I metà); Emilio (n. 1819, m. 1900).Altri nuclei documentari individuabili sono: bolle, privilegi, alberi genealogici; lettere dei feudi e diverse; curie baronali di Viano, Monterano e Oriolo; scritture dei feudi; scritture legali; istrumenti; inventari; editti diversi; scritture diverse relative a Prossedi per l'eredità Massimi; eredità card. Despuig; eredità Grillo; Amministrazione della grascia e Ufficio dell'abbondanza dei commissari dell'annona di Campo dei Fiori.Uno spezzone dell'archivio Altieri si trova nell'archivio della Confraternita di S. Caterina della rota ai Funari, serie Eredità del cardinal Giovanni Battista Altieri, conservato presso l'Archivio di Stato di Roma. Cfr. Guida Generale degli Archivi di Stato italiani, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, 1986, III, p. 1224.Documentazione relativa all'attività del card. Paluzzo Altieri in rapporto ai nunzi in Francia e Spagna (ca 10 casse, sec. Roma

Bibliografia

T. AMAYDEN, La storia delle famiglie romane, con note ed aggiunte del comm. Carlo Augusto Bertini, Roma, Collegio Araldico (rist. fotomeccanica, Bologna, Forni, 1967
G. B. DI CROLLALANZA, Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti, Pisa,
1886-1890 (rist. anast., Bologna, Forni, 1965)
Dizionario biografico degli italiani, sotto le voci "Altieri" e "Clemente X", II e XXVI, Istituto della Enciclopedia Italiana,
Roma, 1960 e 1982
Palazzo Altieri, a cura di G. Spagnesi, Roma 1991
A. SCHIAVO, Palazzo Altieri, Associazione Bancaria Italiana, Roma s.d.
V: SPRETI, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-1935 (rist. anast., Bologna, Forni, 1969)

Note

Per la consultazione rivolgersi alla Soprintendenza Archivistica per il LazioElenco di consistenza compilato dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio (1987)DOMMARCO