Sergio Musmeci

Dichiarazione
30 aprile 1997
Soggetto conservatore
DARC, Centro Archivi MAXXI, c/o Museo H. K. Andersen, Roma (acquisizione 2003)
Stato di ordinamento
In corso di riordinamento (elenco di consistenza a cura di T. Dore e P. Musmeci 2003)
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Sergio Musmeci (Roma 1926 – Roma 1981) ingegnere. Silaurea in Ingegneria civile nel 1948 e in Ingegneriaaereonautica nel 1953. Inizia la sua esperienza professionalecon Riccardo Moranti e Pier Luigi Nervi. Dal 1953 lo affiancanel suo lavoro l’architetto Zenaide Zanini. Docente della Facoltàdi Architettura di Roma, è autore di pubblicazioni scientifichesu alcune questioni critiche del progetto strutturale, come lestrutture di minimo peso assoluto e altri temi legati al rapportostruttura-forma. Collabora per la soluzione di problemi strutturalicon molti architetti, tra cui Libera, Vaccaro, Del Debbio, Nicolettirealizzando numerose opere di rilevo, come la copertura delTeatro Regio a Torino progettata con Carlo Mollino. Molti studie progetti riguardano la ricerca di soluzioni strutturaliinconsuete, per esempio nella costruzione di ponti e dicoperture a superfici continue: si ricordano le più note, il pontesul fiume Basento (1967) e il ponte sulla via Appia antica(1980). Partecipa con significativi riconoscimenti a numerosiconcorsi nazionali, tra i quali la stazione di Napoli del 1954, ilpalazzo del lavoro a Torino del 1960, il Monumento allaResistenza a Cuneo del 1962, il palazzo dello sport di Firenzedel 1965. Vince il primo premio ex-aequo al concorso per lostretto di Messina con una soluzione innovativa di un pontesospeso a una sola campata di grandissima luce. Nel corsodegli anni Settanta svolge studi e ricerche geometriche supoliedri e antipoliedri e sul tema della protezione deimonumenti.Tra gli scritti principali si ricordano: la statica e lestrutture, Roma 1971; Il calcolo elettronico e la creazione dinuove forme strutturali, in «Architettura e computer», Roma1972 la genesi della forma nelle strutture spaziali e Architetturae pensiero scientifico, in «Parametro», 80, 1979.

Consistenza

1500 disegni circa; 50 fascicoli di documenti allegati ai progetti;20 fascicoli di materiali di studio; 1 scatola di fotografie; 4modelli (1950-1970)

Riferimenti Bibliografici

S. MUSMECI, La statica e le strutture, Roma, s.l., 1971Sergio Musmeci o delle tensioni incognite, in “Parametro”, 80, 1979Sergio Musmeci, C.E.S.I.C.A., Pordenone, 1979C. LA TORRE, Sergio Musmeci. Ponti, in “Casabella”, 469, 1981B. ZEVI, Genio delle tensioni incognite, in Cronache di architettura, Bari,Laterza, 1981R. PEDIO, Progetti e realizzazioni di Sergio Musmeci, in “L’architettura,cronache e storia”, 387, 1988M. NICOLETTI, Sergio Musmeci. Organicità di forme e forze nello spazio,Torino 1999Il ponte e la città. Sergio Musmeci a Potenza, a cura di M. GUCCIONE,Roma 2004E. TERENZONI, I disegni, le carte e i progetti di S. Musmeci in Il ponte e lacittà, op. cit.R. CAPOMOLLA, Il ponte sul Basento, ovvero l’invenzione di una forma“ancora senza nome”, in “Casabella”, 739-740, dicembre 2005-gennaio 2006, pp.12-19R. CAPOMOLLA, Il ponte sul Basento di Sergio Musmeci. Il progetto dellaforma strutturale prima del’avvento del calcolo automatico in Storiadell’Ingegneria. Atti del I convegno nazionale, Napoli 8-9 marzo 2006,voll. 2, Napoli 2006, II, pp. 1121-1130ANIAI, 1965, scheda F 11.