Osvaldo Armanni

Dichiarazione
20 luglio 2006
Soggetto conservatore
Archivio di Stato di Perugia (acquisto 2007)
Stato di ordinamento
ordinamento sommario (elenco consistenza a cura A. S. Lazio 2006)
Stato di conservazione
medio

Descrizione

Osvaldo Armanni (Perugia 1855 – Roma 1929), allievo di Guglielmo Calderini presso l’Accademia Belle Arti di Perugia, si laurea in Architettura a Roma; docente di disegno presso il R. Istituto tecnico Leonardo da Vinci di Roma, poi, dal 1907 al 1923, di Ornato e Disegno Architettonico presso l’Università di Roma (tra i suoi allievi Vincenzo Fasolo, che gli succederà nella cattedra). Tra le opere si menzionano: studio per la ricomposizione del tempio di Vulcano a Ostia, progetto per la facciata in neogotico del Duomo di Arezzo, completamento in stile quattrocentesco della Porta Urbica di S. Pietro a Perugia, progetto per il restauro in forme palladiane del teatro Olimpico di Vicenza, progetto per il Concorso per il monumento a Vittorio Emanuele II, Concorso nazionale per il Tempio israelitico di Roma con l’ing. Vincenzo Costa (1889-1904), Oratorio israelitico in via Balbo a Roma, edificio scolastico a Umbertide (PG), orfanotrofio Truzzi a Genzano (RM), Camera di Commercio di Foligno, palazzi postelegrafici a Perugia, Mantova, Reggio Calabria, in collaborazione con V. Costa (1913-1917), Convitto nazionale “Principe di Napoli” in Assisi (1927)

Consistenza

50 rotoli contenenti 500 disegni ca.; 50 cartelle ca. contenenti relazioni tecniche, corrispondenza, documentazione relativa attività didattica e professionale; 1 album di fotografie, 12 foto su supporto di cartone, fotografie sfuse n. q., 26 scatole lastre, 19 scatole matrici (1880 ca. – 1925)

Riferimenti Bibliografici

A. ARMANNI, In memoria dell’architetto Osvaldo Armanni, Roma 1930GUGLIELMO CALDERINI, La costruzione di un’architettura nel progetto diuna Capitale, Atti del convegno (Roma Settembre 1995), Perugia1996, pp. 64-65Il Tempio maggiore di Roma, a cura di G. ASCARELLI - G. DI CASTRO - B.MIGLIAU - M. TOSCANO, Torino 2004DE GUTTRY, 1989, pp. 21, 119; SGARBI 1991, p. 30.