Giulio Magni

Soggetto conservatore
Biblioteca Civica di Velletri (RM), Palazzo Cinelli (dono)
Stato di ordinamento
riordinato (inventario a stampa a cura di L. Belforti, F. Bovo, S. Cox, S. De Puppi 1983)
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Giulio Magni (Velletri 1859 – Roma 1930) architetto, docenteuniversitario. Figlio dello storico dell’arte Basilio Magni (Velletri1831-Roma 1925), diplomatosi nel 1881 all’Accademia di BelleArti di Roma, è tra i fondatori nel 1890 dell’AssociazioneArtistica fra i Cultori dell’Architettura; dopo aver partecipato alconcorso per il Palazzo di Giustizia di Roma (1883-87), sitrasferisce nel 1895 in Romania, dove soggiorna per 10 anni,divenendo architetto capo del Municipio di Bucarest e curandoimportanti progetti di opere pubbliche ed importanti edifici(stazione centrale, mercato coperto, sede dell’Archivio di Stato,palazzo del parlamento, sanatorio, ospedale comunale,seminario ortodosso). Tornato a Roma nel 1904 realizza alcunitra i suoi maggiori progetti, tra i quali: il Villino Boni in via Aniene(1904), la Facoltà Teologica Valdese in via P. Cossa e VillaMarignoli in via Po (1907), il Villino Pacelli in via Aurelia (1906-08), le case dell’Istituto Autonomo Case Popolari a Testaccio eVilla Almagià in via Scialoja (1910), il concorso per il Palazzodell’Esposizione Internazionale di Belle Arti (1911), il Ministerodella Marina (1914-28), la chiesa di Santa Maria Regina Pacisal Lido di Ostia (1924-28). È autore dell’opera “Il barocco aRoma nell’architettura e scultura decorativa” (1911) e docentedal 1921 di “Elementi costruttivi” presso la Scuola di Architetturadi Roma. Tra i suoi titoli annovera quelli di accademico di meritodell’Accademia di San Luca, della Congregazione ei Virtuosi delPantheon e dell’Accademia Belle Arti di Perugia.

Consistenza

2817 disegni relativi a 105 progetti (1889-1930 ca.); 112 cartellee fascicoli contenenti documenti personali e di famiglia,corrispondenza, relazioni, studi, fotografie e materiale a stampa(1845-1930)

Riferimenti Bibliografici

P. PORTOGHESI, L’Ecletti smo a Roma 1870-1922, Roma 1968, pp. 99-114P. MARCONI – A. CIPRIANI – E. VALERIANI, I disegni di architetturadell’archivio storico dell’Accademia di San Luca, Roma 1974, vol. II,pp. 39, tavv. 3078-3104L. BELFORTI – F. BOVO – S. COX-S. DE PUPPI, Inventario del fondo Magni,in “Quaderni della Biblio teca Comunale di Velletri”, 3, 1983G. STRAPPA, Tradizione e innovazione nell’architettura di Roma Capitale1870-1930, Roma 1989, pp.105-110, 133-135M. ARTIBANI, Giulio Magni 1859-1930, opere e progetti, Roma 1999DAU, 1968, III, p. 480; ROSSI, 1984, p. 12.; DE GUTTRY, 1989, p. 131;SGARBI, 1991, pp. 153-154; STRAPPA, 1996, p. 124.

Note

presso la Biblioteca Civica di Velletri è presente un nucleo di
documentazione non quantificata e non inclusa nell’inventario citato;
presso l’Accademia Nazionale di San Luca di Roma. è conservato un
ulteriore nucleo di 60 disegni ca (1895 – 1911) donati all’Accademia
dal Magni all’atto della sua nomina; si riferiscono tra l’altro al progetto
del Ministero della Marina ed al concorso internazionale per il Palazzo
della Pace a L’Aja (1906). Di questi 27 disegni sono descritti in “I
disegni di architettura dell’Accadermia di San Luca” a cura P. Marconi, A,
Cipriani, E. Valerini Roma 1974 vol. II, p.39 (con riproduzione dei
medesimi)