Pietro Lombardi

Dichiarazione
16 luglio 2001
Soggetto conservatore
Archivio Centrale dello Stato, Roma, (dono 2001)
Stato di ordinamento
riordinato (inventario a cura di F. Lorello)
Stato di conservazione
medio

Descrizione

Pietro Lombardi (Roma 1894 – ivi 1984). Dopo averconseguito il diploma di disegnatore presso l’Istituto di SanMichele, nel 1920, si diploma architetto presso l’Accademiadi Belle Arti di Roma. Fin da studente collabora con ArmandoBrasini e, successivamente, con Pio e Marcello Piacentini.Una delle sue opere più importanti è la fontana monumentaleper il quartiere Testaccio nel 1925. Nell’anno successivovince il concorso per la realizzazione di nove fontane rionali,sempre a Roma. Nel 1927 ottiene dal Governo per le Isoledell’Egeo l’incarico di capo dell’Ufficio Architettura e realizzaa Rodi il complesso termale di Calitea (1928). Nello stessoanno progetta il padiglione delle Isole dell’Egeoall’Esposizione di Torino e nel 1931 il padiglione di Rodiall’Esposizione internazionale coloniale di Parigi. Nel 1938,dopo aver lavorato con diversi incarichi in area mediterranea,per il Provveditorato delle opere pubbliche di Roma progettail Convitto nazionale femminile in collaborazione con l’arch.Vetriani, fabbricato non realizzato a causa degli eventi bellici.Dopo la guerra milita nel PCI e prosegue l’attivitàprofessionale prendendo parte a numerosi concorsi erealizzando soprattutto interventi di edilizia privata.

Consistenza

3 buste: 1 fascicolo di documentazione personale, biografie ecurricula, incarichi; 35 fascicoli relativi all’attività professionale; ilmateriale è costituito essenzialmente da fotografie efotoriproduzioni di progetti, articoli e recensioni (1926-1970)

Riferimenti Bibliografici

50 anni di professione, a cura di R. BIZZOTTO – L. CHIUMENTI – A.MUNTONI, Ordine degli architetti di Roma, Roma 1983, pp. 85-88, 161R. LUCIANI, Pietro Lombardi architetto, Roma 1987DE GUTTRY, 1989, p. 130; SGARBI, 1991, pp. 144-145.