Silvio Galizia

Dichiarazione
14 luglio 2005
Soggetto conservatore
l’archivio è conservato presso gli eredi a Roma ed è consultabile tramite la S. A. Lazio
Stato di ordinamento
non ordinato (riordinamento in corso a cura di F. Marsico, coord. A. S. Lazio)
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Silvio Galizia (Muri 1925 – Roma 1989) architetto e artistasvizzero, si laurea al Politecnico di Zurigo. Nel 1952 giunge aRoma dove svolge un’intensa attività professionale, inparticolare per conto di congregazioni religiose: Cappella esopraelevazione della Curia generalizia Agostiniana, via delS. Uffizio 25 (1955-56); ristrutturazione e ampliamento delCollegio del Campo Santo Teutonico in Vaticano; Casageneralizia e cappella delle Suore Missionarie dello SpiritoSanto, via della Camilluccia 591 (1957-58); Istituto ecappella della Pia Società Figlie di S. Paolo, via S. GiovanniEudes 25 (1959); Casa generalizia e cappella dei Missionaridi Mariannhill, via S. Giovanni Eudes 91 (1962-69); CollegioMessicano, via del Casaletto 314 (1963-66, in coll.); Casageneralizia delle Suore Medico-Missionarie olandesi, via R.Sardiello 20 (1963-67); ristrutturazione e ampliamento dellasede della Biblioteca Hertziana/Max Plank Institut, viaGregoriana 28 (1963-69); Chiesa del Pontificio Collegio PioBrasiliano, via Aurelia 527 (1964-66); Casa di procura ecappella delle Suore di San Paolo di Chartres, via dellaVignaccia 193 (1966-71); progetto della Chiesa di Primavalleper il Concorso per 100 chiese della Diocesi di Roma (1968);Casa generalizia delle Suore di Dillingen Donau, via dellaStorta 783 (1968-72); Chiesa e campanile delle Suore dellaCarità e dell’Immacolata Concezione di Ivrea, via di ValCannuta 200 (1970-73); allestimento interno e cripta dellachiesa del Monastero di S. Chiara, via Vitellia 97 (1973-74);ristrutturazione interna e arredamento della sede della BancaPopolare di Milano, P.le Flaminio 1 (1974-75, in coll.). Dal1960 cura anche la realizzazione delle opere artistiche e diarredo (vetrate, sculture, altari, mosaici, ecc.). Tra leprincipali opere realizzate fuori Roma e all’estero si citano: aNemi la Chiesa di S. Giovanni Battista e Curia generaliziadei Missionari Verbiti (1960-62); ad Assisi restauro eristrutturazione del Monastero e chiesa di S. Giuseppe ereliquiario per l’abito di S. Francesco sotto la Basilica delSanto; a Puna in India il Collegio universitario (1949-50); aLomè nel Togo il Collegio universitario e la Chiesa cattedrale(1983).

Consistenza

40 tubi e 40 rotoli ca. di elaborati grafici; 30 buste contenenticopie cianografiche e documentazione allegata ai progetti; 8cassetti e 14 cartelle ca. di disegni, schizzi figurativi e collage; 1cartella di disegni del periodo universitario; 2 scatole dimateriale fotografico; agende e taccuini n.q. (1949-1980 ca.)

Riferimenti Bibliografici

G. VINDIGNI, Curia generalizia dei Padri Verbiti a Nemi: la Cappella,estratto da “Costruire”, novembre – dicembre 1966, n. 37Chiese nuove in Roma dal Concorso per progetti di massima di nuovicentri parrocchiali nella diocesi di Roma, a cura della Pontificia Operaper la preservazione della Fede e la provvista di nuove chiese inRoma, Roma 1968, pp. 324-326P. M. DELLA PORTA, E. GENOVESI, E. LUNGHI, Guida di Assisi. Storia e arte,Assisi 1991, p. 164.