Mario Gai

Dichiarazione
7 dicembre 2007
Soggetto conservatore
L’archivio è conservato presso gli eredi a Roma ed è consultabile tramite la S. A. Lazio.
Stato di ordinamento
ordinato sommariamente
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Mario Gai (Roma 1884 – Roma 1984), laureato in ingegneriacivile nel 1908, ha esercitato una lunga attività professionale,che lo ha visto protagonista di numerosi concorsi, tra i qualil’ampliamento della chiesa di Santa Rosa a Viterbo (secondopremio), il Palazzo di Giustizia di Catanzaro (eseguito). Dal1911 al 1921 lavora presso il Genio Civile occupandosi dellaristrutturazione dell’edificio della Scuola di Ingegneria diRoma (San Pietro in Vincoli) e della progettazione ecostruzione degli edifici universitari di Medicina Legale e diAnatomia. Distaccato al Ministero degli Interni, si occupòdella progettazione e costruzione di edifici per la CooperativaEdilizia fra gli impiegati di Ministero a Roma realizzati in stilecomposito tipico della sua produzione in questo periodo. Inquesti anni svolse anche lavori nelle Marche tra i quali: casepopolari ad Ancona, Fermo e Recanati, studi per il PianoRegolatore di Ancona e per la sistemazione delle Terme diAcquasanta presso Ascoli Piceno. Le ultime opere furonodedicate alla sistemazione e modernizzazione dei fabbricatidel Palazzo Valadier a Piazza del Popolo, dell’ex Albergo diRussia e delle antiche case di via Margutta.

Consistenza

30 cartelle ca di elaborati grafici, 1 tubo contenente 6 elaboratigrafici (tra cui uno di grande formato a carboncino); 11 elaboratigrafici su tavole in cartoncino; 10 disegni e fotografie di disegni;1 pacco e 3 fascicoli contenenti elaborati grafici e fotografie; 3faldoni contenenti disegni, relazioni, e oltre 50 fotografie diedifici e di cantiere; 1 faldone contenente 6 cartellinepreparatorie per concorsi; ca. 20 fotografie (alcune delle qualirelative al quartiere Casalbertone a Roma), scatole di lastre n. q.(1908-84)