Gioacchino Ersoch

Dichiarazione
16 Marzo 2000
Soggetto conservatore
l’archivio già conservato presso il detentore a Roma, è stato di recente trasferito a Firenze ed è consultabile tramite la Soprintendenza Archivistica per la Toscana
Stato di ordinamento
riordinato (Inventario e banca dati con immagini in rete, a cura T. Dore coord. S. A. Lazio, 2005)
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Gioacchino Ersoch (Roma 1815 – Roma 1902), Provenienteda una famiglia di antiche origini svizzere, ottiene la patentedi architetto nel 1838 presso l’Università di Roma. Nel 1848entra a far parte dell’organico dell’Ufficio Edilizio del Comunedi Roma, nel quale ricopre diversi ruoli tecnici, da architettosupplente a architetto capo della Divisione III “Architettura” edell’Ufficio V “Edilità e Lavori pubblici”. Nel 1889 è collocato ariposo e nominato architetto emerito del Comune di Roma.La sua attività professionale spazia dall’arredo urbano, alleopere pubbliche, fino all’ideazione di macchine pirotecnichein occasione di festività e ricorrenze. Tra le sue opere:Palazzo Merenghi, via di Fontanella Borghese (1867-90);progetti per la sede del Parlamento in Campidoglio (1871 e1883); riordinamento e abbellimento del parco del Pincio(1871-89); sistemazione dell’idrocronometro del Pincio (1873,in coll.); progetto per il concorso del Monumento a VittorioEmanuele II (1881); ampliamento del cimitero monumentaledi Campo Verano (1881-89); ristrutturazione del TeatroArgentina (1886-88); Mattatoio a Testaccio (1888-90).

Consistenza

494 elaborati grafici, 1 album di disegni; 11 fascicoli contenenticorrispondenza, atti vari e materiale a stampa; 24 fotografie (1800-1926). L’archivio è articolato in 3 serie: “Elaborati grafici”:disegni 494 e album 1 (1800-1891); “carteggio e materiale astampa”: fascc. 11 (1823-1926); “fotografie”: 24 pezzi relativi a 7progetti. I disegni si riferiscono sia a 26 progetti di Ersoch (1850-1891) sia a 26 progetti di autori diversi (1800-1891)

Riferimenti Bibliografici

G. ERSOCH, Roma: il mattatoio e mercato del bestiame costruiti dalcomune negli anni 1888-1891 con progetto e direzione di GioacchinoErsoch. Descrizione e disegni, Roma 1891A.M. RACHELI, I disegni di architettura dell’archivio di Gioacchino Ersoch:due progetti inediti per l’ampliamento del mattatoio di piazza delPopolo, in “Bollettino della Facoltà di Architettura dell’Università diRoma”, 19-20, 1978, pp. 11-23A. M. RACHELI, Primi risultati dell’ordinamento dell’archivio dell’architettoromano Gioacchino Ersoch (1815-1902), in “Architettura Storia edocumenti”, 1/2, 1989, pp. 117-147S. TERENZI, Gioacchino Ersoch, architetto romano (1815-1902), tesi dilaurea in Storia delle Arti Industriali, relatore prof. G. Muratore, Facoltà diArchitettura dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, a.a. 1989-90S. TERENZI, Gioacchino Ersoch. La costruzione artistica del luogourbano, in La Capitale a Roma. Città e arredo urbano 1870-1945, acura di L. CARDILLI – A. CAMBEDDA NAPOLITANO, Roma 1991, pp. 40-51A. M. RACHELI, Gioacchino Ersoch, in “Dizionario Biografico degliItaliani”, vol. 43 (1993), pp. 264-268A.M. RACHELI, L’ordinamento dell’archivio dell’architetto romanoGioacchino Ersoch (1815-1902). Proseguimento delle ricerche (primaparte), bozza di stampa del saggio per il periodico “Architettura Storiae Documenti”Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana, acura di E. INSABATO – C. GHELLI, Firenze 2007, pp. 173-175DE GUTTRY, 1989, p. 126; SGARBI, 1991, p.104.

Note

altra documentazione (cartelle 5, contenenti materiale grafico,
fotografico ed a stampa) si trova presso altri eredi e non è stata ancora
vincolata dalla SAL