Enrico Del Fa

Dichiarazione
15 ottobre 1998
Soggetto conservatore
l’archivio è conservato presso gli eredi a Roma ed è consultabile tramite la S. A. Lazio
Stato di ordinamento
ordinato sommariamente
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Enrico Del Fa (Roma 1888 – Roma 1955) architetto.Progettista e direttore dei lavori per diverse cooperative eimprese di costruzioni a Roma.Realizza diversi progetti soprattutto nel campo dell’ediliziaresidenziale sia signorile sia popolare; tra le sue opere visono: i villini nei quartieri Caprera e Salario (1910-1913), lecase dei ferrovieri al quartiere Tiburtino in piazza dei Siculi(1919-1924, direzione dei lavori), l’Istituto TerapeuticoRomano in via dei Salentini (1920), la Palazzina BortolottiScazzocchio a Piazza Mincio (1925-26), i Villini Pizzamiglioin via dei Ramni (1925), la Palazzina Frediani in via Brenta(1927), il fabbricato di civile abitazione in via Albalonga(1928) e la Casina Sportiva del Dopolavoro Postelegrafonicoal Lungotevere Flaminio (1935).

Consistenza

1 cartella contenente ca. 35 disegni; diploma (1912); curriculum(1935); 5 fascicoli contenenti ca. 120 fotografie di opererealizzate ed in costruzione (1910-35). La documentazione siriferisce in particolare a villini nei quartieri salario e Coppedè (tracui quello a piazza Mincio in coll. con Gino Coppedè); ilcurriculum descrive l’attività dal 1910 al 1930

Riferimenti Bibliografici

Palazzo in via Alba longa, in “L’Architettura Italiana”, XXVII (1932), 5, pp.55-58G. NUDO, L’opera di un architetto a San Lo renzo: Enrico Del Fa, in M.PAZZAGLINI, Il Quar tiere San Lorenzo a Roma, storia e recupero,Roma 1994, pp. 109-119.