Emanuele Caniggia

Dichiarazione
23 aprile 1992
Soggetto conservatore
Archivio Centrale dello Stato, Roma (deposito 1992)
Stato di ordinamento
riordinato (inventario sommario a cura di R. Barbacini e F. Lorello)
Stato di conservazione
medio

Descrizione

Emanuele Caniggia (Roma 1891 – ivi 1986). Nel 1905 siiscrive al Regio Istituto di Belle Arti dove consegue, nel 1911,il diploma di professore di disegno. Nel 1924 si laurea allaScuola Superiore di Architettura di Roma. Ancora studente,collabora con l’ing. Aristide Leonori occupandosi dei progettiper il campanile del Santuario di Pompei e per la chiesa diSanta Croce al quartiere Flaminio a Roma.Dal 1915 partecipa a numerosi concorsi pubblici e nel 1922vince il concorso per il progetto del Monumento ai Caduti diVelletri. Nel 1927, con il progetto per l’Ospedale di SanCamillo (allora Ospedale del Littorio), inizia ad occuparsi diedilizia ospedaliera e nel 1929 ottiene l’incarico perl’Ospedale di Ragusa. A causa della sua posizione politica,contraria al regime fascista, l’attività professionale è segnatada un lungo periodo di stasi che si interrompe solo neldopoguerra. Dal 1958 collabora con il figlio Giancarlo edinsieme si dedicano alla ricostruzione dell’Ospedale di IsolaLiri e ad un significativo intervento di edilizia abitativa aRoma in via Trinità dei Pellegrini. Accanto all’attività privatacontinua ad occuparsi di edilizia pubblica progettando alcunicomplessi scolastici tra cui le scuole elementari ad Aquinonel 1963.

Consistenza

31 rotoli di disegni in originale o copia relativi a 25 progetti; 10buste di documentazione allegata ai progetti (1927-1965)

Riferimenti Bibliografici

R. BIZZOTTO – L. CHIUMENTI – A. MUNTONI, 50 anni di professione, Roma1983, pp. 73-76, 159-160A. REGAZZONI GANIGGIA, L’Ospedale di S. Camillo, un’opera di EmanueleCaniggia, Roma 1991Emanuele Caniggia 1891-1986, Roma 1995MURATORE, 1988, pp. 36, 323, 327; SGARBI, 1991, pp. 73-74.