Bruno Beer

Dichiarazione
9 ottobre 1995
Soggetto conservatore
Centro di Documentazione sulla Storia della cultura architettonica dell’Istituto Nazionale di Architettura (I.N.Arch.) di Roma
Stato di ordinamento
riordinato (inventario a cura di M. Colucci, C. Ferrara, P. Raffaelli coord. S. A. Lazio 2003)
Stato di conservazione
medio

Descrizione

Bruno Beer (Trieste 1913 – Roma 1994) architetto); laureatoalla Scuola Superiore di Architettura dell’Università di Romanel 1939, ottiene nel 1940 una borsa di studio dall’Universitàdi Harvard negli Stati Uniti. Alterna gli studi sotto la guida delprof. Walter Gropius a periodi di attività presso studiprofessionali e nel 1944 consegue il Master of Art alla HarvardUniversity. Dopo una prima fase professionale negli Stati Unitidove lavora nell’ambito dell’edilizia popolare, residenziale,sociale ed industriale, nel 1953 ritorna in Italia, dove apre unostudio professionale a Roma. È iscritto all’Ordine degli Achitettidi Roma e del Lazio dal 1955, all’Albo Nazionale ProgettistiGes.Ca.L dal 1964, all’Albo Progettisti e Direttori dei Lavori eCollaudatori alla Cassa del Mezzogiorno dal 1971. Tra iprogetti e gli edifici realizzati in Italia si ricordano: il progettoper in piccolo museo etrusco a Villa Borghese, Roma (1938), ilConcorso per la Nuova Biblioteca Nazionale di Roma (1959),l’Asilo infantile a Piglio, Frosinone (1964), il complessoresidenziale la “panoramica Marconi” al Portuense, Roma(1964).

Consistenza

5081 elaborati grafici; 48 buste e 13 cartelle con carteggi edocumentazione allegata a progetti; 129 fotografie (1938-89). Siarticola in 3 serie: “disegni”: 5081 elaborati relativi a 100 progetti(1941-69); “carteggio”: 82 fascc contenenti allegati a progetti,relazioni, corrispondenza e carte personali (1938-89);“fotografie”: 124 stampe e 5 cartoline relativi a 18 progetti (1938-80)

Riferimenti Bibliografici

Progetto di un piccolo museo etrusco, in “Casabella”, X (1938), n. 122,p. 18Asilo infantile a Piglio, Frosinone, in “L’Archi tettura, cronache e storia”,XIV (1968), n. 158, pp. 42-44.