Francesco Purini e Laura Thermes

Dichiarazione
26 marzo 2003
Soggetto conservatore
l’archivio è conservato presso lo studio professionale a Roma ed è consultabile tramite la S. A. Lazio
Stato di ordinamento
ordinato
Stato di conservazione
buono

Descrizione

Francesco Purini (Isola Liri 1941) architetto è professoreordinario di Composizione Architettonica e Urbana presso laFacoltà di Architettura dell’Università “La Sapienza” di Roma.Nel 1978 ha vinto il primo premio ex aequo nel Concorso perLe Halles di Parigi. Ha svolto un’intensa ricerca sul disegnodi architettura che segue una linea sperimentale fortementerazionale con suggestioni figurative tratte dalla tradizioneclassica, in cui il disegno è uno strumento di ricercaprogettuale, rigoroso, quasi ascetico. Numerose sue tavolesono conservate in istituti e musei nazionali ed internazionali.Ha ricevuto vari riconoscimenti e dal 1985 è professoreordinario del C.A.Y.C. (Centro de Arte y Comunicaciòn) diBuenos Aires e dal 1989 è membro dell’AccademiaNazionale di San Luca. Dal 1966 ha fondato lo studio Purini-Thermes, che ha affrontato sia questioni di linguaggioarchitettonico sia complesse problematiche urbane. LauraThermes (1943), architetto, lavora inizialmente con MaurizioSacripanti, è docente di Composizione Architettonica pressola Facoltà di Architettura di Reggio Calabria. Lo studioPurini/Thermes ha partecipato a varie edizioni della Biennaledi Venezia e della Triennale di Milano. Tra le realizzazionifigurano: a Gibellina la Casa del Farmacista (1980), CappellaFuneraria a Castellammare (1982), il Sistema delle Piazza(1982) e la Casa Pirrello (1990) a Ghibellina, a Poggiorealein Sicilia la Cappella di S. Antonio da Padova (1984), ilcampanile e il sagrato (1987), un piccolo padiglione (1987),un edificio per uffici nel Quartiere Anic di Ravenna (1997-2005), la Casa dell’Agricoltura a Capalbio (2003-2005).

Consistenza

190 tubi contenenti ca 2000 elaborati grafici relativi a 190progetti realizzati in gran parte in collaborazione con L.Thermes; 300 copie eliografiche colorate, 10 faldoni didocumentazione relativa a mostre, convegni, seminari; 145fascc. contenenti relazioni ai progetti, schizzi e riproduzionifotografiche di disegni; 150 taccuini ca. con appunti e schizzi diviaggio; 30 fascicoli contenenti manoscritti e corrispondenza;150 scatole diapositive, 500 lastre fotografiche; 15 plastici; 150CD Rom ca. contenenti disegni progettuali (a partire dal 1963)

Riferimenti Bibliografici

F. PURINI, Franco Purini, luogo e progetto, Roma 1976Franco Purini, catalogo della mostra (Roma, 24-31 Gennaio 1977), Inarch,Istituto nazionale di architettura, Firenze 1977F. PURINI, Franco Purini: alcune forme della casa, Roma 1979Dal Progetto: Scritti teorici di Franco Purini 1966-1991, a cura di F.MOSCHINI – G. NERI, Roma 1992M.D. MORELLI, Trentacinque domande a Franco Purini e Laura Thermes,Napoli 1998F. PURINI, Franco Purini. Le opere, gli scritti, la critica, Milano 2000 (rist.2002)R. DI PETTA, L’architettura di Franco Purini: tra segno poetico e discorsoscientifico, Melfi 2002Franco Purini: città uguale. Scritti scelti sulla città e il progetto urbanodal 1966 al 2004, a cura di M. PETRANZAN – G. NERI, Padova 2005.